Saimir Strati: maestro albanese del mosaico a Pontedera

Seven Star, Sette Stelle, si intitola la mostra dell’artista albanese Saimir Strati, sette quanti i suoi primati mondiali con i quali è entrato a far parte del libro dei Guinness World Record.

L'artista Saimir Strati davanti al manifesto della sua mostra. Foto: A. Caci

L’artista Saimir Strati davanti al manifesto della sua mostra. Foto: A. Caci

Nato a Fier in Albania, Saimir, uno dei più grandi maestri di fama mondiale dell’arte del mosaico, dal 7 giugno al 30 luglio debutta con alcune delle sue opere presso il centro artistico “Sete Sóis Sete Luas” di Pontedera.  La sua enorme creatività e la sua passione hanno radici nelle meraviglie della sua terra natale, Albania. Proprio con i restauri dei siti archeologici albanesi dell’Apollonia, Bylis ed Amantia ha iniziato la sua carriera d’artista. Ispirandosi a dei grandi artisti e al mondo della musica, Saimir utilizza un insieme di tecniche antiche e moderne per realizzare delle opere suggestive e spettacolari.

Una opera dell'artista saimir Strati.

Una opera dell’artista saimir Strati.

Per Saimir, come lui ci rivela,  i mosaici sono una vera musica per gli occhi… Membro di vari organizzazioni mondiali dell’arte, il suo primo Guinness World Record lo ha vinto nel 2006 realizzando con 800 kg di chiodi il Mosaico più grande al mondo, una copia dell’autoritratto di Leonardo Da Vinci. Per il grande maestro, tappi di sughero, chiodi, gusci d’uovo, frammenti di vetro e cd, sono dei semplici e modesti materiali con i quali creare originali e irripetibili mosaici contemporanei. Altri dei suoi record mondiali sono il gigantesco Cavallo, Reinless Spirit, realizzato nel 2007 con 1,5 milioni di stuzzicadenti, Mediterraneana (2008), King of Pop (2009), Artists (2010), One World, One Family, On Coffe (2011) e l’ultimo The new Largest Coffe Bean Mosaic realizzato nel 2012 con 620 kg di fagioli per creare una gigantesca aquila, simbolo della bandiera albanese (http://www.saimirstrati.al/ ).

Strati durante il lavoro del mosaico Una notte a Pisa

Strati durante il lavoro del mosaico Una notte a Pisa

Alle sue numerosi opere esposte in tutto il mondo si aggiunge anche il piccolo mosaico “Una notte a Pisa” creato durante i giorni della sua permanenza in Italia, ospite del Festival Sete Sóis Sete Luas. Realizzato interamente con i chicchi di caffè. Saimir regalerà l’opera alla città di Pontedera, la quale, come lui ci ha raccontato, l’ha trovata una splendida e viva città con la sua storia, il museo della vespa e il suo meraviglioso muro in mosaico realizzato da Baj .

Per la sua carriera di artista e i suoi 7 record, Saimir Strati, non è solo un personaggio noto del libro dei Guinness World Record, ma anche parte delle storie di successo della sua città natale Fier che gli ha conferito il riconoscimento onorario di Albanian Excellence.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *