Kabatronics vince Best World Beat Album

 I Fanfara Tirana & Transblogal Underground fanno il bottino pieno alla premiazione dell’Indipendent Music Award. I premi, annunciati formalmente a giugno 2014, hanno riconosciuto al loro album “Kabatronics”(2013, World Village) il premio di “Best World Beat Album” e al loro video “No Guns to the Wedding” il premio di “Best Short Form Music Video”.

Fanfara Tirana

Fanfara Tirana

Se il secondo premio è la classica ciliegina sulla torta, il premio di Best World Beat Album è uno dei riconoscimenti più prestigiosi ai quali una band, diciamo “etnica”, possa ambire.

Forse, però, per parlare di Fanfara Tirana & Transglobal Underground non bastano i premi e la pioggia di riconoscimenti e recensioni positive che hanno riscontrato, più o meno, da chiunque abbia sentito il loro album. E allora, prendendo il prestito le parole che motivano i premi dell’Indipendent Music Awarda, possiamo dire che “ l’incontro, unico nel suo genere, tra Fanfara Tirana & Transglobal Underground è stato premiato con il Miglior Video per il suo video “No Guns To The Wedding”. Questa collaborazione tra membri della banda militare albanese e i pionieri del dance music britannico è stato altresì onorato con il World Best Album”.

Ecco, si può partire da qui: che diavolo ci fa la vecchia banda militare della repubblica socialista albanese con quei colonialisti britannici? Ci fa “Kabatronics”, ovviamente. Gli albanesi portano la migliore tradizione balcanica, strumenti a fiato e polifonia a non finire. Troppo tempo hanno dovuto limitare questa musica ai soli confini dell’Albania, è tempo di aprirsi e conquistare il mondo. Gli inglesi, se possibile, hanno fatto un percorso inverso. I Transglobal Underground prendono, riprendono ed elaborano suoni proveniente dalle ex colonie sparse per il mondo, terre di origine della band stessa. Tutta quella tradizione viene filtrata in suolo britannico, e la loro, di base, è una ricerca delle radici musicali. Ma con le ricerche, si sa, sai dove inizi ma non sai mai dove finisci.

fanfara02L’incontro, più pensato che casuale, nasce per la visione di Olsi Sulejmani, manager dei Fanfara Tirana, con il quale speriamo di avere al più presto un intervista esaustiva. Perché, a onor del vero, i Fanfara Tirana hanno già debuttato nel 2008 con “Albanian Wedding“. Album coraggioso e rilevatore che però va così così. Per un qualche motivo, oscuro e inspiegabile, non sfonda. Quello che ci vuole è la contaminazione. E’ così che nasce “Kabatronics”, e già il titolo dice tutto. “Kaba”, nel gergo albanese, è l’improvvisazione con il clarinetto, disciplina che in Albania trova in Laver Bariu il suo maestro indiscusso. “Tronics”, ovviamente, si riferisce alla elettronica che portano i Transglobal Underground. Il risultato è mozzafiato. La musica tradizionale albanese prende nuova vita sotto i colpi dei britannici. Rinasce, si trasforma, si velocizza, si risalta. E, finalmente, anche alla Indipendent Music Award se ne sono accorti.

Sito web
Fanfara Tirana Wikipedia

Qui sotto il videoclip di No guns to the wedding

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *