Il Cricket a Genova tra ieri e oggi

In principio fu il cricket e dopo venne il calcio.

Stemma del Genoa Cricket and Football Club

Stemma del Genoa Cricket and Football Club

Erano altri anni e altri gusti, ed era esattamente il 1893, quando in via Palestro a Genova un gruppo di inglesi -tra questi il console britannico Charles Alfred Payton- decisero di mettere nero su bianco e fondare il “Genoa Cricket and Athletic Club”. Poi, però, arrivò Sir Richardson Spensley e la sua passione per il calcio. Ed ecco che quattro anni dopo il nome cambiò a “Genoa Cricket and Football Club”. Escludendo però tra le sue sezioni il principale sport da cui tutto ebbe inizio. Fino al 7 settembre 2007, quando un numero consistente di giocatori – questa volta soprattutto del Subcontinente indiano e su iniziativa di alcuni tifosi genoani – decisero di rifondare la sezione di cricket. Tra questi c’era Niranga, giovane srilankese, che ama giocare e vincere.

– «In quel periodo eravamo in pochi – racconta Niranga, capitano della squadra – . Oggi invece contiamo anche con una squadra under-13 ed under-15. Questo perché la passione per il cricket ha coinvolto diverse fasce di età ma anche molti italiani ».

Battitori_GenoaCricket[1]Passione e devozione per uno sport che inglesi, pachistani, srilankesi, indiani coltivano fin da bambini. «A mio figlio nato qui invece piace il calcio. Ma il tifo lo fa per il suo papà»- Dice papà Nira che lavora come portinaio in un palazzo del centro di Genova. Dal suo gabbiotto non solo controlla quello che accadde fuori e dentro lo stabilimento ma anche nei campi di cricket dentro e fuori Italia. «Mi piace seguire le partite. –racconta Nira nella sua postazione di lavoro dove conserva una mazza, una pallina e una targa che testimonia una recente vittoria- I miei connazionali mi chiamano perché vorrebbero fare parte della nostra squadra e a me il compito di trovare loro un lavoro o una casa. Non solo dobbiamo pensare al gioco ma a costruire una catena di solidarietà».

Niranga, Capitano del Genoa  cricket

Niranga, Capitano del Genoa cricket

Se vi guardate bene intorno troverete una storia simile a quella di Nira e dietro di lui una squadra del cuore. E in giro per l’Italia ce ne sono eccome. Le hanno trovate e ben raccontate Giacomo Fasola, Ilario Lombardo e Francesco Moscatelli nel libro “Italian Cricket Club. Il gioco dei nuovi italiani” (Add Editore).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *