Da Enmigrinta: monitoraggio mensile de l’Alto Adige

Da Carta di Roma: monitoraggio della stampa locale. Osservazione gennaio-febbraio 2014

Quotidiano “Alto Adige”.

25 volte il termine straniero, tra le quali 20 nella cronaca nera. 6 volte extracomunitario, 6 nella cronaca nera. 22 volte la nazionalità albanese, 16 nella cronaca nera. 7 volte la nazionalità tunisina, 7 nella cronaca nera.

Questo significa che, per quasi due mesi, i termini straniero, extracomunitario, e la nazionalità dello straniero, è stato usato nel quotidiano “Alto Adige”, nel 80 % dei casi solo nella cronaca nera.

Riportiamo solo una parte esemplificativa della notizia di cronaca nera più dispregiativa del periodo gennaio – febbraio. La notizia è piena di elementi letterari di basso valore, colma di termini discriminatori, nessuno dei personaggi della cronaca è vittima, visto che tutte e due farebbero parte delle categorie “grigie”,come nigeriana (prostituta), muratore(moldavo).

«BOLZANO. Verso le 3 di notte ha raggiunto via Macello in macchina per cercare “compagnia”. Si è messo d’accordo sul prezzo con una prostituta nigeriana di 28 anni, con la quale si è appartato nelle vicinanze della funivia del Colle. Ma il cliente, un muratore moldavo di 29 anni, non è riuscito a concludere il rapporto sessuale.

A questo punto, la lucciola ha chiesto di essere riportata ai Piani, per trovare nuovi clienti. Ma il cittadino straniero, invece di far scendere la donna e tornarsene a casa, ha preteso che gli venissero restituiti i trenta euro pagati per la prestazione. La donna, però, si è rifiutata, non essendo lei la causa del “problema”. A quel punto, il muratore si è infuriato e ha tentato di strappare la borsetta alla nigeriana. L’ha picchiata e insultata. Niente da fare: non è riuscito a farsi restituire i soldi. Ha fatto finta di essersi calmato e ha messo in moto la macchina. Ma una volta ritornati in via Macello, è riuscito a strapparle di mano la borsetta, spingendo la prostituta fuori dall’auto in corsa.»

La notizia risale il 17 febbraio scorso. Il giornale è il “nostro” Alto Adige. Buona lettura.

A cura di Gentiana Minga.

Fonte: Enmigrinta – il bollettino dell’associazione Trait d’Union di Merano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *