Genova: Festa Italo-cubana

Foto: flippinyank

“Viva Cuba” è un’associazione di cubani e amanti dell’Isola,  uniti per promuovere l’aggregazione e la solidarietà tra i cubani, le loro famiglie, i loro amici e i cultori di Cuba, perché insieme possano aiutarsi e scambiarsi servizi. Costituiti meno di un anno fa, in questi mesi hanno offerto diversi servizi che vanno dalle pratiche per inviti di cubani in Italia, consulenza legale, assistenza sociale e finanziaria, consulenza delle pratiche di permesso di soggiorno e cittadinanza, pratiche consolari e attività culturali.  L’ultimo “Un canestro per mia mamma”, festa sportiva, realizzato in collaborazione con Tigullio Sport Team e Italia Cuba per festeggiare le mamme cubane, italiane e di tutte le nazionalità e dedicare un pomeriggio di giochi e divertimento. All’evento hanno partecipato più di 200 persone che hanno ballato ai ritmi della musica della “Bandaneo” e dell’orchestra “Cajon” gruppi di bambini e adulti che suonano musica cubana. Il Console generale di Cuba a Milano, Eduardo Vidal, assieme ad alcuni rappresentanti della comunità cubana a Genova hanno chiesto e ottenuto un incontro con il Sindaco Marco Doria, per manifestare solidarietà e fratellanza a pochi giorni del tragico incidente al Molo Giano nel porto di Genova, dove hanno perso la vita 9 persone. “Un tragico momento che ci trova uniti e al Sindaco abbiamo manifestato le nostre condoglianze per le vittime di questa tragedia – spiega il Console Eduardo Vidal – .
A Genova i cubani sono all’incirca 500 di cui molte coppie miste, e i loro figli sono italiani. C’è un legame molto forte con
la città”.  Tatiel Díaz, presidente dell’Associazione Viva Cuba commenta così le iniziative messe in atto: “Abbiamo presentato la nostra associazione e nel corso dell’incontro si sono sottolineate, oltre agli antichi legami di Genova con Cuba, il positivo inserimento dei cubani nella comunità genovese e si sono passate in rassegna le diverse possibilità che si offrono per la collaborazione in campo economico e culturale”.  E aggiunge: “Nella stessa giornata abbiamo incontrato anche il Presidente dell’Ordine degli Architetti di Genova, Giorgio Parodi, con il quale si sono verificate possibilità di collaborazione tra i nostri due paesi con scambi culturali con l’idea di ripercorrere la rotta di Cristoforo Colombo in un percorso che preveda la realizzazione di eventi, opere architettoniche e altro. E Roberto Speciale della Fondazione
Casa America, istituzione che rappresenta un’autorevole punto di riferimento culturale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *