Racconti senza frontiere con Babelit, il contest per giovani italiani e nuovi cittadini

La scrittura varca confini e frontiere con Babelit, il contest rivolto ai giovani talenti della scrittura italiani e nuovi italiani. Multiculturalità e melting pot: sono queste le parole d’ordine del concorso promosso dalla Fondazione Unipolis e da Bottega Finzioni, in collaborazione con COSPE, Internazionale, Baskerville e TheHookCom.

Babelit è uno spazio aperto ai giovani talenti della scrittura dove s’incontrano culture, vite, storie e stili in evoluzione. Tutto nello spazio e nella forma del racconto o della lettera, scritti a una o più mani, in lingua italiana rivitalizzata dall’interscambio alimentato dalle culture migranti.

Ad esser centrali i temi delle identità emergenti nell’attuale società in trasformazione, nella quale si fondono diverse  radici e tradizioni di provenienza. Pensieri e parole, capaci di unire mondi ancora troppo lontani e di costruirne dei nuovi.

Possono partecipare persone sotto i 35 anni di origine straniera che vivono da poco in Italia, italiani di seconda generazione nati qui da genitori provenienti da un’altra terra e ancora chi è italiano da generazioni.

I migliori 15 racconti o lettere, selezionati da una commissione di autori ed esperti, verranno inseriti in un e-book pubblicato dalla casa editrice Baskerville. Tra questi, la stessa commissione sceglierà un autore a cui verrà assegnata una borsa di studio annuale per i corsi 2014 di Bottega Finzioni.

È possibile iscriversi gratuitamente on-line al contest fino al 17 marzo 2013 sul sito di Culturability. Allo stesso indirizzo si potranno leggere tutti i racconti dichiarati ammissibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *