Giornata d’Azione Globale per i Migranti

Domani 18 dicembre 2012, è stata dichiarata da un lungo elenco di associazioni e organizzazioni internazionali: Giornata d’Azione Globale per i Migranti.

La Giornata d’Azione Globale per i diritti dei e delle migranti, rifugiati, sfollati, una iniziativa cominciata l’anno scorso alla stessa data, “rappresenta una prima esperienza positiva verso la costruzione di un movimento globale dei e delle migranti e di chi li sostiene.” -recita la pagina d’apertura del sito dell’iniziativa. (vedi sito)

L’appello di quest’anno, firmato da una sessantina di associazioni di ogni provenienza e da decine di ativisti e personalità della cultura e dell’arte, è intitolato: MIGRARE PER VIVERE! FERMIAMO LA STRAGE!

Il documento mette l’accento soprattutto sul diritto alla ricerca di una vita migliore e sulla condanna delle politiche repressive contro l’immigrazione messi in atto dai paesi più ricchi che producono ogni anno decine di migliaia di morti .

Preparata durante un incontro tenutosi a Monastir, Tunisia, l’estate scorsa (11-17 luglio 2012), l’evento che d’anno in anno accresce la sua dimensione globale sta prendendo piede in decine di paesi.

Le iniziative per commemorare la giornata sono già iniziate da giorni in varie città del mondo. In Italia, questo sito aveva già segnalato le giornate di cinema FilmaMi di Milano già in corso dal 12 dicembre. Nella nostra sezione calendario ne abbiamo segnalato altre.

Ma in realtà ci sono in programma molte altre iniziative con l’arci, la rete 1° marzo  e altre associazioni e organizzazioni a Mineo (di fronte al CARA), a Roma, Lecco, Modena e Firenze. (vedere l’elenco delle inziative).

Una voce che cresce, cresce per riportare sul tavolo una idea che sembra sempre più dimenticata, quella che dice che tutti i diritti citati sulla Carta Universale, compreso il diritto alla mobilità e alla ricerca di una vita migliore, appartengono a tutti e non soltanto ai ricchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *