Lettere Italiene decolla sul web. Domani la prima puntata

Lettere Italiene da domani a portata di clic. La web serie nata dal progetto editoriale “Nuove lettere persiane – Sguardi dall’Italia che cambia”, realizzata da Cospe, in collaborazione con L’occhio e la Luna, finanziata dal Fondo Incoming di Toscana Film Commission, sbarca infatti sul web, proponendo a tutti i naviganti in rete un appuntamento fisso.

A partire dal 30 novembre, sul sito di Internazionale e su quello di Lettere Italiene, sarà possibile scoprire con cadenza quindicinale le prime tre puntate girate da Federico Micali e Yuri Parrettini, brevi e divertenti pillole di multiculturalità in cui lo sguardo dei “nuovi” italiani si racconta e racconta l’Italia in parole e immagini.

“Del progetto di Lettere Italiene è interessante lo sguardo obliquo attraverso il quale viene inquadrato il fenomeno migratorio – commenta uno dei registi, Federico Micali -. Messa da parte l’ottica italocentrica, viene dato largo spazio alla prospettiva di chi in Italia arriva o è arrivato da tempo. Dalla molteplicità di questi sguardi nasce una visione nuova della realtà, capace di inglobare nel suo campo visivo altre migrazioni, altri aspetti altrimenti taciuti. Nelle puntate che abbiamo girato il tema dell’immigrazione esce dagli schemi: lungi dai toni emergenziali che i media main stream sono soliti adottare, esso viene affrontato a 360 gradi e in modo divertente e diretto, accessibile a tutti”.

“La scelta della diffusione attraverso la rete risponde all’esigenza di diffondere la web serie e i suoi contenuti in maniera capillare – continua Micali – . Più il progetto sarà conosciuto, maggiori saranno le possibilità di dargli seguito in futuro. Oltre ai 3 episodi ancora in via di realizzazione che andranno a completare la serie, vorremmo infatti continuare a trasformare in corti nuove lettere, materiale prodotto da nuovi autori in grado di mettere in luce aspetti del presente non ancora affrontati. Tutti quelli che credono in questo progetto hanno la possibilità di parteciparvi attivamente, aderendo alla campagna di crowdfunding su Eppela.

Ma non è solo questo il pubblico che il team di Lettere Italiene vorrebbe raggiungere attraverso il web. “Gli elementi di novità che caratterizzano il progetto nato da Nuove Lettere Persiane lo rendono ampiamente fruibile, apprezzabile non solo da chi è già sensibilizzato al tema dell’interculturalità – commenta Darien Levani, uno degli autori del libro -. L’ironia e il modo non stereotipato con cui vengono affrontate tematiche come cittadinanza e immigrazione, il mezzo filmico, il tutto unito alle potenzialità della rete, permettono a Lettere Italiene di andare a occupare quella zona grigia nella narrazione degli stranieri presente in Italia. Quello che auspichiamo è intercettare un pubblico nuovo attraverso la proposta di una visione non retorica del fenomeno migratorio”.

Le puntate, tutte girate in Toscana, saranno diffuse secondo il seguente calendario:
30 novembre: “L’importanza di sentirsi in armonia con l’universo” (tratto dal racconto “Ladri di biciclette” di Darien Levani); a esser raccontata è la strana giornata di Ervin, un ragazzo albanese in quotidiano confronto con soggetti che ripetono paradossali luoghi comuni.

18 dicembre (Giornata internazionale dei migranti): “Help me brother”; l’episodio narra l’esperienza di HaniYi, studente cinese, che descrive dal suo punto di vista sia i suoi omologhi italiani che i giovani cinesi delle nostre “Chinatown”.

11 gennaio: “La vita oltre il velo”, tratto dalla storia di Lubna Ammoune. La puntata racconta il paese attraverso il velo di una donna dal nome Regina.

La prima puntata sarà visibile anche su www.corriere.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *