Quarta via: la Somalitalia di Kaha Mohamed Aden

24/10/2012. Karim Metref

“Somalitalia: Quattro Vie per Mogadiscio” è un progetto narrativo complesso, frutto della collaborazione tra Kaha Mohamed Aden e Simone Brioni, che cerca attraverso testo e video di raccontare il vecchio e, per molti motivi, problematico legame tra l’Italia e una delle sue ex colonie africane: la Somalia. intitolato “la Quarta via”,  il progetto è composto da un libretto  “Somalitalia: Quattro Vie per Mogadiscio” con allegato il documentario La quarta via: Mogadiscio, Pavia.

Kaha Mohamed Aden è una scrittrice somala che vive in Italia. Figlia di Mohamed Aden Cheikh, medico chirurgo e ex ministro della sanità ne primi anni dell’indipendenza del suo paese Mohamed Aden entra presto in conflitto con la ditattura di Siad Barre. Nel 89 torna in Italia per sfuggire da una parte alle persecuzioni del regime dittatoriale di Siad Barre e dall’altra alla guerra civile su ase tribale che cominciava a delinearsi all’orizzonte.

Kaha arriva così in Italia anche lei e Mogadiscio dove è nata e vissuta nei primi anni della sua vita, come dice, diventa poco a poco per lei come un sogno lontano.

Nel documento video -diretto da Simone Brioni, Ermanno Guida e Graziano Chiscuzzu- Kaha ci fa viaggiare tra Pavia dove vive effettivamente, luogo del presente, degli affetti attuali, la casa in senso proprio, e  Mogadiscio luogo dei ricordi, degli affetti profondi quelli che hanno cullato la sua infanzia, casa dei suoi sogni e dei suoi desideri. Ma anche dei suoi incubi e delle sue paure.

Il libretto che accompagna il video completa la narrazione con contributi narrativi e storici di Antonio Maria Morone, di Shirin Ramzanali Fazel e di Ali Mumin Ahad

Somalitalia: Quattro Vie per MogadiscioSomalitalia: Four Roads to Mogadishu. Con allegato il documentario La quarta via: Mogadiscio, Pavia. ed. Simone Brioni, Roma: Kimerafilm, 2012. Pp. 37. € 15.00. ISBN 978-88-907714-0-8.

Vedere il trailer: La quarta via: Mogadiscio, Pavia.

Latest Comments
  1. Aliya Tahir Yusuf
    Rispondi -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *